Archivi tag: convenzionale

Se il prodotto è una zanzariera?

Se il prodotto da promuovere è una zanzariera come declinare un messagio chiaro, diretto ed integrato con l’ambiente?  Con una zanzariera gigante … of course.

La soluzione? La rete di sicurezza del  ponteggio di un cantiere nel centro della città:

Agenzia di pubblicità: Jung von Matt / Neckar , Stoccarda, Germania
Direttori creativi: Oehrlich Philipp Holger Barth
Art Directors : Mario Loncar , Rake Marco, Mattia Grotter
Copywriter : Wienberg Philip
Fotografo: Johannes Kühn
Pubblicato: nel mese di  luglio 2010

Via| Warketing Alternatif

Annunci

Il biglietto da visita è l’anima del business

I biglietti da visita sono l’anima del business. C’è chi ritiene di sapere tanto, non sa sinteizzarlo e scrive cose su cose nel biglietto da visita con il risultato finale di non farsi leggere. C’è chi, invece, non sa proprio concentrarsi sul valore che vuole manifestare e magari scrive solo consulenza, Oppure ci sono le corporazioni, per cui basta scrivere Ing. (non me ne vogliano gli ingegneri è solo un esempio) ed hai detto tutto.

Però, il biglietto da visita se è ben fatto è un importante primo passo per iniziare a dialogare. Specie nei mercati maturi, dove la tecnologia modifica poco, una bella, intelligente e creativa idea di biglietto è una chiave di accesso.

Come l’esempio che vi voglio mostrare. La TAM CARGO azienda di logistica brasiliana che ha, insieme all’agenzia Y&R, di San Paolo in Brasile ha messo a punto questo biglietto che sicuramente non passerà inosservato.

Via| Guerrilla Comunication

Il riciclaggio e le sue forme

Best Buy è  una società specializzata nella vendita di “alta tecnologia”. Ha avviato un suo programma di riciclaggio legato all’acquisto di nuovi prodotti. Questo programma, denominato “E-Cycle”, parte dal principio che l’importante è riciclare senza pensare da dove proviene, declinato in un gigantesco cartellone posizionato in Time Square. Declinato, in modo particolare che solo le immagini possono dargli “senso”.

Ambiente circostante, comunicazione obiettivamente non convenzionale e forte senso del messaggio. Unico dubbio, ma come sono riusciti a risolvere i problemi legati alla sicurezza?

Via| marketing alternatif

Gioca e vinci il Jack-Pont in palio

Geniale campagna non-convenzionale del Casinò di Madrid. Un cartellone, posto su un ponte che si affaccia su una strada a tre corsie, indica il principio per partecipare al concorso per vincere (dicono) 80.000 euro: occorre  fotografare contemporaneamente 3 auto dello stesso colore dalle finestre del cartellone ed  inviare la foto via MMS al casinò.

Via| marketing alternatif

Il ketchup e la comunicazione sociale

Guardate queste foto e dite se non è “geniale” questa camapagna di comunicazione ideata da Publicis Mojo a fovore della lotta alle mine anti-uomo. Realizzata in Nuova Zelanda, nei fast food locali, tiene conto del contesto ambientale ed utilizza la bustina di ketchup che tanto timore incute al momento della “apertura”. Non sai mai quanto forza mettere, come posizionarti per non macchiarti e … se tagli ti accorgi che …

Via| marketing-alternatif.com

Le etichette non convenzionali per il “lavaggio auto”

Che un’automobile fosse provvista di etichette per le istruzioni su come lavare la macchina  è certamente una cosa strana. Quindi, utilizzo dell’ambiente circostante, messaggio originale e non convenzionale e … false etichette per il lavaggio. Efficace, molto efficace

Agenzia: Houdini per conto di XXL Car Wash  

Via| marketing alternatif

La scarsità dell’acqua ed i piccoli gesti. Borsa per ombrelli

umbrellabag_22L’aridità di alcune zone della Cina sta rendendo la vita difficile alle popolazioni residenti sul fronte dell’acqua e della sua fonte naturale, la pioggia.

Cosa fare per sensibilizzare le persone? Una ONG locale  The Lotus Light Charity Society insieme alla Agenzia Internazionale Grey , con sede ad Hong Kong, hanno lanciato questa campagna di comunicazione. Un forte messaggio finalizzato alla possibilità di “donare” solo attraverso piccoli gesti dettati dal cambiamento di abitudini quotidiane.  Ogni goccia partecipa alla soluzione. Il tutto, in questo caso, è la somma delle sue parti.

Via| marketing-alternatif.com

La dove osano le mosche, si vede il banner

Bella a vedersi, certo, l’iniziativa della casa editrice tedesca Eichborn che durante il salone del libro di Francoforte, protagonista di questa azione, utilizzando il simbolo del logo, la mosca. L’idea è della Agenzia Jung von Matt che ha utilizzato circa 200 mosche a cui ha agganciato, con cera naturale, un banner alla zampa posteriore. Finendo l’effetto naturale, vischioso, della cera,  il banner è caduto senza causare danni alle mosche stesse (?). Il risultato è questo.

Certo una bella mosca (con banner incluso) posata su una bella  ca___ sul marciapiede che effetto avrebbe avuto?

Via| guerrilla comunication

Io so che tu sai che io so

Non sopporto chi si nasconde dietro a qualcosa per tirarti un’imboscata. Posti di blocco, ausiliari del traffico,  GdF,  Capitaneria di Porto, colleghi, collaboratori, concorrenti, ammanicati ed ammanicanti.  Anche in guerra c’è un codice d’onore. Non si spara al pianista. Le donne ed i bambini non si toccano. Target, guerrilla, non -convenzionale (36 stratagemmi), buzz (alle volte fumo negli occhi), viral (aviaria-polli; h-suina; mucca-pazza). E poi …!

E poi basta un “papi” e passi alla storia

Il non convenzionale e la sicurezza in strada

Quando si dice “non convenzionale” si possono fare diversi esempi ma, pochi sono quelli che veramente declinano un modo diverso di comunicare. Questo organizzato dalla Polizia danese per diffondere la cultura del codice della strade improntata alla sicurezza ne è un esempio concreto. Vogliamoci bene !

Ma che sia un viral-video  fatto bene? la marca dei caschi regalati è troppo in evidenza. Vedremo!

Via| Boing Boing