Archivi tag: marketing

Il mercato “Speziato” del Marketing

Siamo di fronte ad una serie di piatti fortemente “speziato” in cui non basta avere il grembiule di #Master.

marketing_drogato

Istant per Istant ed il messaggio diventa utile

messaggistica_istantaneaStarbucks recentemente ha effettuato una campagna promozionale interessante via WeChat, con cui ha offerto la sveglia mattutina ed una colazione a prezzo promozionato (50% di sconto) se l’arrivo nel punto vendita avveniva entro un’ora (dalla sveglia). Esempio molto interessante su come poter utilizzare le piattaforme di messaggistica.  Queste vengono definite piattaforme chiuse perchè … “solo se io permetto di entrare voi potete dialogare con me“. WhatsApp ne è un esempio. Continua a leggere

L’arco azzurro di Mongerbino (Aspra)

arco_azzurro_mongerbinoLo scorso fine settimana (venerdì-domenica) un post che avevo pubblicato nel mese di giugno del 2012 è stato letto da oltre 1000 persone (qui il link al post).

Non so cosa sia successo, ma le problematiche affrontate a quel tempo e legate alla valorizzazione di questo affascinante luogo in chiave “attrattiva” restano sempre valide e mai affrontate localmente.

Punto e a capo!

Foto| via web.

Immagine

Marketing è: (re)Interpretare il prodotto

marketing_(re)interpretazione

Immagine

Il marketing è: attualizzare l’organizzazione interna

Ants

Immagine

Il Marketing è: scardinare i preconcetti

Allenamento

I cluster turistici esistono e fanno tribù

clusterAmedeus Italia dice che il turismo nel mondo è fatto di tribù e che queste tribù si dividono in sei cluster:

  • I° Accumulatori di Esperienze Sociali – condividono in tempo reale l’esperienza
  • II° Fan della Semplicità – tradizionali famiglie che vivono la vacanza come momento per rilassarsi
  • III° Puristi Culturali – vivere il luogo come gli indigeni locali

Continua a leggere

I servizi aumentano la fidelizzazione. Anche quelli pensati in digital

digital_firstNelle piccole/medie città un centro commerciale ben fatto, mette in crisi attività che da anni hanno avuto una loro collocazione nel tessuto urbano. Perchè?

Se ho un negozio sotto casa, conosco la qualità del servizio, la bontà del prodotto, il risparmio e le opportunità a me riservate; perchè mai dovrei cosi facilmente cambiare “casacca”?  Continua a leggere

La prossimità nel commercio c’è sempre stata. Mia Nonna era sempre connessa

consumatore_connessoMia Nonna acquistava tutto davanti la porta di casa sua. Ma nel vero senso della frase, dall’abbigliamento (intimo compreso), alla frutta, al pesce, al sale, tutti erano venditori ambulanti e mia Nonna era una ottima cliente.

Quando entravano nel quartiere dove abitava, iniziavano ad inviare i primi messaggi di prossimità: Accattativi u sali!  aranci, mele, mannarina, frutta! Pisci ru mari, frischi, frischi!  Continua a leggere

Io nel negozio sotto casa pretendo Customer Experience

cust_experienceHo acquistato un oggetto il 18 dicembre su Amazon.it sperando, cosi come mi veniva indicato, che arrivasse la mattina del 24 pronto per essere messo sotto l’albero di natale. Sapete quando è arrivato?

Sabato 20 dicembre ricevo una telefonata del corriere che mi invita a scendere, non c’era il portiere in servizio quel giorno, per ritirare il pacco. Secondo voi che Customer Experience (o come cavolo si chiama) ho avuto? Continua a leggere