Archivi tag: spot

Ci fu un tempo che Woody Allen portò la Coop nello spazio.

Era il 1992 e Woody Allen pensava alla Coop nello spazio. Oggi in tempo di Star Wars mi pare interessante ricordarlo. A seguire,  nel video, gli altri spot che realizzò per quella campagna.

Annunci

Quello che la politica diceva quando la gente non poteva che ascoltare: secondo post

La fine della TV generalista, la crisi delle emittenti TV locali, l’avvento dei Social Network e del web in generale, “avrebbe” dovuto modificare tutta la parte di comunicazione, sino a raggiungere il livello di dialogo, conversazione con il cittadino comune. Ma questo è successo? … per il secondo post vi propongo l’appello di Gianfranco Fini,  all’epoca Segretario del Movimento Sociale Italiano  nelle elezioni del 1992. Chi volesse leggere il post precedente (con la voce di Bettino Craxi) qui il link.

Quello che la politica diceva quando la gente non poteva che ascoltare

La fluidità della scena politica non è mica tanto diversa da quella di anni fa. Noi qui in Sicilia abbiamo vissuto, ultimamente,  diverse campagne di avvicinamento alle elezioni amministrative, tra candidati a Sindaco, a Governatore, primarie, crisi finanziaria, odore di dissesto e molto altro ancora. La fine della TV generalista, la crisi delle emittenti TV locali, l’avvento dei Social Network e del web in generale, avrebbe dovuto modificare la “comunicazione” della politica, accompagnandola verso una fase di dialogo, di conversazione con il cittadino comune. Ma questo è successo?  Continua a leggere

Fiat: in 500 tornano gli “immigrants” negli Stati Uniti d’America

Vediamola con gli occhi degli “americani” e sapremo valutare per bene il messaggio che lancia oggi la Fiat negli USA per lo sbarco della 500,  l’auto certamente più amata dagli italiani. Immigrants il nome dello spot e la sceneggiatura riporta a pensieri che molti di noi conoscono solo per quello che altre immagini ci hanno fatto vedere.

Tre esemplari della 500  “salpano” dalla costiera amalfitana ed approdano a New York, sotto la Statua della Libertà, con un riferimento chiaro ai nostri avi ed ai loro viaggi della speranza. La canzone di sottofondo è “Torna a Surriento”, nella versione contemporanea remixata da Flavio Ibba e cantata da Arianna

Lo spot radiofonico in 4/4

Arriva alla mail di una azienda mia cliente, questo messaggio: “… Sara’ possibile diffondere il messaggio pubblicitario a livello Mondiale o anche concentrando le uscite nella Nazione di Vostra preferenza come per esempio l’Italia. Il nostro canale trasmette prevalentemente musica HOUSE. Questo genere di musica è caratterizzato da una metrica in 4/4 con cassa in battere su ogni quarto, arricchita talvolta da figurazioni ritmiche più elaborate. Molto ascoltata e apprezzata in tutto il Mondo!  Il sistema pubblicitario che Vi proponiamo, permette di imprimere nella memoria degli ascoltatori, in modo efficiente e permanente, il nome della Vostra Attivita’, del Vs. Sito Internet e delle Vs. Offerte nel contesto Radiofonico 24 ore su 24″ 

Cioè , mi stanno proponendo uno spot in House con metrica in 4/4 con cassa in battere su ogni quarto, arricchita talvolta da figurazioni ritmiche più elaborate? curioso! chiedo altre info ed attendo risposta. Stay Tuned.

ENEL e le declinazioni del “tempo futuro”

Non so voi, ma io nel vedere questo spot ho immaginato il senso del futuro da parte di ENEL: tutto è migliorato, tranne lo stato del povero operaio.  Troppo invecchiato, troppo stanco  e sudato dentro quel furgoncino, sicuramente senza aria condizionata, in attesa della pensione (ancora ha molto da sudare) per potere essere apprezzata l’opera di questi ultimi quarant’anni, che finisce con delle gru su un cantiere che oggi tutti pensiamo essere centrali nucleari. Però la musica di Morricone …

Che Topo Gigio parli della Suina la cosa è naturale.

Finalmente un po’ di gossip: tra Topo Gigio e la Suina c’è (o c’è stato) qualcosa!

Questo potrebbe essere il claim per il lancio dello spot che vede Topo Gigio il testimonial della campagna di informazione sul virus della influenza A (N1H1) o meglio ancora Febbre Suina. La scelta per questa campagna di Topo Gigio e’ stata dettata – come ha spiegato nel corso della conferenza stampa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti – perche’ si tratta di un personaggio ”presente nella memoria di tutti gli adulti e che affascina sempre i bambini” – mi verrebbe da dire come la febbre in pratica. Topo Gigio si occuperà di spiegare, in modo chiaro, semplice e divertente, le cinque regole prescritte dall’Organizzazione Mondiale della Sanita’ (Oms) per prevenire la diffusione del virus. Ed ecco i cinque consigli da seguire:

  1. lavarsi spesso e bene le mani non solo con l’acqua, ma anche con il sapone;
  2. coprirsi il naso e la bocca con un fazzoletto se si starnutisce; e buttare il fazzoletto nella spazzatura;
  3. se ci si dimentica di lavare le mani, non toccare occhi, naso o bocca;
  4. cambiare spesso l’aria;
  5. in caso di febbre, tosse o raffreddore, restare a casa e chiamare il medico di famiglia.

ed un sesto lo metto io, essere contenti di non andare a scuola per la febbre, un po’ di riposo fa bene. Almeno ai miei tempi era cosi.

Certo mio figlio, ad esempio, Topo Gigio manco lo caga, però l’idea che un Topo descriva le porcate di una Suina mi affascina.

Una parte della conferenza stampa

Ottavo piano, zanzare d’estate e formiche sempre. Come fanno?

All’ottavo piano, dove abito, mi è capitatto i trovare,  formiche dovunque, pesciolini d’argento, scarafaggi  e per non parlare delle maledette formiche. Mi sono sempre chiesto ma come fanno ad arrivare sin qui? non avevo mai riflettuto sul fatto che esiste il  magico mondo degli animali e la conferma l’ho avuta da questa leggera e primaverile campagna della Coca-Cola. Agenzia Wieden + Kennedy, Portland, USA

Via| I believe  in  ADV