Archivi tag: territorio

I cluster turistici esistono e fanno tribù

clusterAmedeus Italia dice che il turismo nel mondo è fatto di tribù e che queste tribù si dividono in sei cluster:

  • I° Accumulatori di Esperienze Sociali – condividono in tempo reale l’esperienza
  • II° Fan della Semplicità – tradizionali famiglie che vivono la vacanza come momento per rilassarsi
  • III° Puristi Culturali – vivere il luogo come gli indigeni locali

Continua a leggere

Annunci

La guerra tra numeri civici può essere un rischio per le zone franche urbane (ZFU)

competitivitàLa competitività tra territori potrebbe arrivare alla “guerra fredda”. Mi riferisco alla logica delle Zone Franche Urbane (ZFU) in Sicilia che creano “opportunità/disparità” tra un numero civico ed un’altro entrambi sulla stessa Via.

Anche in questo dovremmo sperimentarci, qui nei territori di frontiera, dove il mio negozio, la mia azienda,  è il mondo: io ho capito il mondo e gli altri [mondi] non hanno capito nulla [tipica sintesi dell’homo che-sapiens].

Certo la problematica non è da poco, la normativa regionale siciliana sulla determinazione delle ZFU porta alla individuazione di confini che sono da numeri civici, perchè fondano la loro localizzazione sui dati catastali. Una particella è agevolata, l’altra particella contigua, non lo è..  Continua a leggere

Pianificare “turismo” e poi navigare senza meta

turism_design_experienceQuando si parla di crisi economica, ma all’interno di dinamiche molto locali e comprensoriali, in ogni luogo ci si trovi (forse a dimostrazione che in effetti tutto il territorio nazionale ha queste potenzialità), il “turismo” è sempre il protagonista di un sicuro rinnovamento. Senza riflettere sul fatto che oramai siamo di fronte ad una competizione di territori e se senza considerare che proprio per questo, l’esperienza che vogliamo vivere viaggiando, la vogliamo percepire da casa in remoto, con tutti gli strumenti che il web ci mette a disposizione. Continua a leggere

Sintonizziamoci in FM: dalla Radio Locale alla Radio Locale

Da tempo mi frulla per la mente un programma radiofonico per una radio locale, locale nel senso territoriale. Un territorio di frontiera come quello bagherese.  Però come diceva un personaggio che ho amato “io sono Tassonomico e non Nozionistico” per cui, punto (.)  e parto dall’anteprima appena pubblicata da  GfK Eurisko sul mondo della radio.

Mi riferisco a  RadioMonitor, uno degli strumento di  rilevazione degli ascolti  delle Radio (c’era Audiradio, oggi praticamente abbattuta).  La prima cosa che si nota immediatamente (vedi tabella nel seguito) è che ai primi posti si trovano le Radio Nazionali di “intrattenimento” quelle generaliste insomma;  mentre a livello locale (Sicilia) la distanza  viene calmierata dal numero di emittenti che frammento l’ascolto. Continua a leggere

Come fare delle denunce sociali una azione di marketing territoriale

Lavoro, dal momento del mio insediamento come Assessore al Comune di Bagheria, ad una strategia per promuovere il nostro territorio sul web. Valutando la necessità di modificare, anche graficamente il sito istituzionale, momento per momento devo occuparmi di un quotidiano che a Bagheria significa: rifiuti, TARSU, verde pubblico abbandonato, crisi finanziaria ed economica, perdita di credibilita dell’Ente Pubblico nei confronti dei fornitori principali. Quindi, come fare di questi aspetti momenti di promozione del territorio?  momenti che dalla individuazione della criticità alla soluzione del problema rappresentano dei precisi feedback non solo per i cittadini residenti?

Parto con WeDU Decoro Urbano e presto vi darò un approfondimento di quanto fatto.

La città e Foursquare. Cosa si potrebbe realizzare?

Domanda: è possibile realizzare una mappa di una città, di un luogo urbano,  non sulla base delle nozioni storico-artistiche note, ma sulla base delle emozioni indicate dai residenti, in primisi, ma anche dai visitatori occasionali?

Risposta: penso di si, proviamo. Magari leghiamo  il social game Foursquare alla città di Bagheria ed ai luoghi ad essa riferiti (quindi non solo quelli geografico-amministrativi)

Un piano e via … provo! Nel frattempo se avete qualche idea in più sarebbe ben accetta.

Si parlava di Status di un territorio e scopro Myopencity

Tempo fa (qui) avevo parlato della possibilità di pensare ad una  sorta di Status di un territorio parafrasando quello tipico dei social network tipo Facebook e Twitter. Uno forma di status che si potesse minifestare nella blogosfera: che stai pensando? che stai facendo?  riferito ad un territorio

Scopro, proprio ieri, Myopencity che rappresenta un passo verso quella dimensione a cui avevo accennato. Qui si resta al livello di georeferenziazione delle emozioni (eMOCzioni), oppure all’ascolto della piazza (la vecchia Agorà sempre valida), la MOCpiazza , cioè alla georeferenziazione di una comunity. Non è ancora quello che avevo immaginato, ma ci si avvicina.

Detto questo, la navigazione del sito non è agevole, in alcune parti sembra una vera e propria banca dati (implementabile dalla comunity) di attività, ristorative, sportive, di benessere e questo non capisco come si colleghi con le emozioni, con il dialogo, se non attraverso gli ovvi commenti e giudizi espressi.  Come si legge sul sito stesso:

Myopencity.it è il primo social network italiano che geolocalizza opinioni, eventi e persone su mappa navigabile. E’ una nuova geografia della città, fatta di luoghi, servizi, ristoranti e negozi, piena di emozioni, idee, suggerimenti. E’ uno spazio aperto al contributo di tutti, di chiunque voglia esprimere il proprio parere su attività e servizi della propria città. Oppure incontrare nuovi amici per condividere interessi e passioni, promuovere un evento, un concerto, un incontro o una festa.  Myopencity, per gli amici MOC, organizza i posti e le opinioni degli utenti in categorie e sottocategorie e li localizza su mappa. Basta esplorare vie e quartieri scegliendo le categorie di proprio interesse, per trovare esattamente quello che si cerca. Anche nuovi amici, vicini per interessi, gusti…e indirizzo!”

Non è ancora lo STATUS di un territorio … ma