Archivi tag: 2.0

La medicina, i medici, il dialogo e il passa parola

Viral, buzz o passa parola che sia, oggi molto utilizzato, studiato, fatto scienza;  è una metedologia che è naturale, innata, nei rapporti legati agli aspetti della medicina.

Patologia, medico, paziente, diagnosi, soluzione, passaparola è un circolo che si avvia sempre quando si parla di questi argomenti. Ho sempre ritenuto che il motivo stia nella importanza dell’argomento, niente di meglio delle informazioni date da una amico, da un amico dell’amico, che ha sofferto dello stesso problema. Anzi ancora di più, ogni informazione è soggettiva (dipende dalla singola esperienza) ma è proprio quella che noi cerchiamo, l’informazione da un soggetto che ha vissuto la nostra stessa esperienza. Continua a leggere

Annunci

Spot elettorali: Nichi Vendola vs. resto della politica

Il corto per la campagna elettorale di  Nichi Vendola, realizzato dalla Proforma , è uno spettacolo di ironia, concretezza e coinvolgimento. Bello da vedersi

Favole, codici, sms, internet, 2.0 e … classici gesti

codice_unicoLeggo su “La Repubblica” di oggi che alcuni produttori cinematografici insieme ad alcuni scienziati mediatici temono che il mezzo, ovvero la forma con cui viene trasmesso un racconto, stia cambiando o abbia già cambiato la sostanza.  Per tale ragione realizzano un centro per il futuro da raccontare (Centre for future storytelling). Il loro presupposto è che dal racconto orale, si è passati a quello scritto, a quello sul grande schermo, a quello sul piccolo schermo TV, e via via sempre più piccolo del monitor ed oggi del display del telefonino o Iphod e simili ed in questo traggitto  si è sempre perso, di volta in volta, qualcosa della sostanza. Ma?

Però in Sicilia, ieri, si è appreso che i parenti dei boss ed i boss stessi al 41 bis, si raccontano tutto, gestiscono affari, organizzano omicidi e summit solo con gesti, frasi codificate e termini criptati. Be penso che  anche nel web 2.0 mio nonno avrebbe raccontato qualche favola di “Giufà“.

Non è il mezzo che modifica la sostanza, ma è il fine che modifica il mezzo. Più o meno

Il Minimo Comun Denominatore 2.0

Dai ninja apprendo della proposta “matrimoniale 2.0” fatta (?) da un dipendente Google alla propria fidanzata utilizzando il servizio Street View. Per le considerazioni del caso leggete il post dei maestri ninja qui.

Mi vengono in mente alcune operazioni “locali” involontarie di non-conventional 2.0. Chi è del luogo dove vivo (Bagheria) si ricorderà, almeno venti anni fà,  della scritta “Giusy ti amo” che tapezzava tutti gli incroci, angoli e recinzioni della zona; Continua a leggere