Archivi tag: ambient

Il trucco … nella metropolitana

La celebre marca di cosmetici per il mondo femminile COVER GIRL per comunicare il suo nuovo pennello Mascara “ultra lungo” per ciglia “ultra lunghe” ha utilizzato i tornelli della metropolitana con un notevole “significato” mnemonico. Grande utilizzo dell’ambiente circostante con immediato e potente messaggio. Con tutti i tornelli “consigliati” dal Ministro Brunetta ci sarebbe l’imabarazzo della scelta per ambientarne qualcuno in Italia.

Dati tecnici:

Advertising Agency: Saatchi & Saatchi Canada
Creative Director: Brett Channer
Art Director: Basil Douglas Cowieson
Copywriter: Tal Wagman Lyranda Martin Evans
Account director: Kathy McLay, Yael Marantz

Via| exstingvisual.com

Annunci

“A me gli occhi!” … e avrai una vista pulita

Con un semplice (si fa per dire ovviamente) effetto ottico, ecco spiegata la velocità  “pulente” di una lavanderia. Se ti trovi in Tailandia, ad esempio in una stazione ferroviaria, vedrai dei cartelloni con stampata una maglia rozza con una macchia al centro, ma avvicinandoti sempre più, in prossimità del cartello, scorgerai la scritta “Hygiene color bleach. Removes stains fast” … rimuove le macchie velocemente, senza vedere più la macchia.

La campagna è stata  creata dalla McCann Erickson Bangkok per una Lavanderia Tailandese. Peccato  non funzioni sullo schermo del PC, ma l’utilizzo di un effetto ottico in un messaggio commerciale è un classico, che se fatto bene,  mi verrebbe da dire,  ha sempre  i suoi “EFFETTI”.

Via| influencia.net

Il riciclaggio e le sue forme

Best Buy è  una società specializzata nella vendita di “alta tecnologia”. Ha avviato un suo programma di riciclaggio legato all’acquisto di nuovi prodotti. Questo programma, denominato “E-Cycle”, parte dal principio che l’importante è riciclare senza pensare da dove proviene, declinato in un gigantesco cartellone posizionato in Time Square. Declinato, in modo particolare che solo le immagini possono dargli “senso”.

Ambiente circostante, comunicazione obiettivamente non convenzionale e forte senso del messaggio. Unico dubbio, ma come sono riusciti a risolvere i problemi legati alla sicurezza?

Via| marketing alternatif

Gioca e vinci il Jack-Pont in palio

Geniale campagna non-convenzionale del Casinò di Madrid. Un cartellone, posto su un ponte che si affaccia su una strada a tre corsie, indica il principio per partecipare al concorso per vincere (dicono) 80.000 euro: occorre  fotografare contemporaneamente 3 auto dello stesso colore dalle finestre del cartellone ed  inviare la foto via MMS al casinò.

Via| marketing alternatif

Il non convenzionale è il verbo della Mini

Il non-convenzionale è sempre stato il grande campo della comunicazione della Mini Cooper. In questa operazione di ambient per le strade di Amsterdam ne è l’ennesima prova.  A soli  99 € al mese qualcuno la già ricevuta come regalo.

Creative Directors: Thijs de Boer, Martijn van der Werf
Copywriter: Thomas Reinhold
Art Director: Thom van Rijckevorsel
Account: Lisa Merelli

Via| Ads of  the world

Il ketchup e la comunicazione sociale

Guardate queste foto e dite se non è “geniale” questa camapagna di comunicazione ideata da Publicis Mojo a fovore della lotta alle mine anti-uomo. Realizzata in Nuova Zelanda, nei fast food locali, tiene conto del contesto ambientale ed utilizza la bustina di ketchup che tanto timore incute al momento della “apertura”. Non sai mai quanto forza mettere, come posizionarti per non macchiarti e … se tagli ti accorgi che …

Via| marketing-alternatif.com

Le etichette non convenzionali per il “lavaggio auto”

Che un’automobile fosse provvista di etichette per le istruzioni su come lavare la macchina  è certamente una cosa strana. Quindi, utilizzo dell’ambiente circostante, messaggio originale e non convenzionale e … false etichette per il lavaggio. Efficace, molto efficace

Agenzia: Houdini per conto di XXL Car Wash  

Via| marketing alternatif

Il fastidio della pulizia del naso ed i fili della “luce”

A chi non è mai capitato di sentire quel fastidio, che colpisce proprio il sistema nervoso, causato dal cattivo utilizzo di strumenti per la pulizia “interna” del naso. I famosi peli del naso la cui lunghezza erano  la caratteristica principale di un mio vecchio compagno di scuola.

La Panasonic (linea uomo) ha voluto comunicare visivamente questo fastidio, parlando del sistema di sicurezza di taglio a bordo del suo depilatore. Non è un bel vedere, ma certamente il billboard non passa inosservato

L’ambiente è stato utilizzato a dovere, il sistema di distribuzione dell’energia elettrica, i fili, danno  il senso del fastidio, che passa per tutto il corpo.  Certo no so come abbiano potuto ottenere le autorizzazioni, l’infrastruttura elettrica non si può manipolare cosi facilmente, ma l’idea è interessante. Una bella scossa.

Agenzia: Saatchi & Saatchi, Indonesia

Via| guerrilla comunication

Spendere meno e spendere meglio

La KIA Motors sta avviando una campagna,  declinata su diverse soluzioni, sul concetto di “spendere meno” per l’acquisto di un’auto.Ritengo interessante quello legato ad una forma di guerrilla.

Riprendendo le  tipicità del mondo del Offro/Vendo,  dalle prestazioni doposcuola, delle lezioni di pianoforte, dei servizi di pulizia ed igiene per la casa, sino a “libero magazzino di qualsiasi metratura”; si presenta con questo concetto.

KIA

 

Il mondo dell’auto ha necessità di innovarsi, soprattutto nella comunicazione, e questo ci sembra interessante.

 

 

 

 

 

Kia guerrilla

Via| Guerrilla Comunication

Il nuovo nel vecchio

Semplicemente bella

Palizoo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Via| Guerilla Comunications