Il “senso della velocità” nelle ricerche in movimento

Un recente studio di Nielsen mette in evidenza come nella maggior parte dei casi (a prescindere dalla piattaforma in uso),  nelle ricerche che si definiscono  “in movimento” attraverso gli smartphone, si usano le seguenti applicazioni: Facebook, meteo, musica e localizzazione (Google maps in primis).

Questo, dai grafici che abbiamo ripreso, dimostra, almeno a mio parere, che sull’aspetto “mobile” della ricerca, le persone vogliono (vogliamo)  certamente delle informazioni, ma anche prodotti e servizi, ma  le vogliamo nel più breve tempo possibile. Informazioni che ci indicano dove siamo e cosa dobbiamo fare per incotrare amici, vedere luoghi, andare a mangiare un piatto tipico, il tutto sapendo come vestirci, se portarci l’ombrello, e magari ascoltando un po’ di musica del luogo.

Velocità di ricerca, di servizio e velocità di “posizionamento” nella rete sono le caratteristiche che possono portare al successo … e già lo sapevamo. No?

Annunci

Una risposta a “Il “senso della velocità” nelle ricerche in movimento

  1. Interessante!!! Complimenti anche per il blog molto intrigante.
    Vi suggerisco il contributo di NotitiAE per la tecnologia, fotografie e smartphones, molto interessanti… Il link:
    http://n
    otitiae.wordpress.com/2011/01/17/cellulari-e-smartphone-per-la-fotografia/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...