Le worst practices in un workshop sulle opportunità di fare impresa

Sabato 23 gennaio, nella città in cui vivo Bagheria, si svolge una non-conferenza sulle “opportunità di fare impresa nel comprensorio” alla luce di alcuni bandi pubblici di finanza agevolata per start-uppizzare imprese giovanili e femminili. Non-conferenza organizzata da una associazione culturale cittadina da poco costituita Baghering.

Hanno avuto la sciagurata (per me) idea di farmi svolgere il ruolo di Vigile Urbano, cioè di colui che detta i tempi di intervento, introduce chi già si è registrato, sintetizza la discussione che dovrebbe svillupparsi. Sarà presente un funzionario di Sviluppo Italia Sicilia che immediatamente ha proposto la possibilità di portare, in carne ed ossa, delle Best Practices.

Io ho imposto, altrimenti il vigile urbano non lo faccio, la presenza (in carne ed ossa) di Worst Practices.  L’esempio negativo come momento di crescita. Ho trovato spunti e conferme, facendo una velocissima ricerca qui e sulla discussione, che dovrebbe portare ad un FailCamp, aperta su friendfeed da piccoloimprenditore

Una risposta a “Le worst practices in un workshop sulle opportunità di fare impresa

  1. Pingback: “Il talento delle idee”: concorso nazionale che premia le migliori idee imprenditoriali | Bagheria Blogolandia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...