Cosa c’è dietro i numeri: Emas, ISO 14001, Ecolabel

Da Ecoblob leggo un post, vedi qui,  che si chiude con questo augurante messaggio: “La speranza è che questa buona notizia abbia davvero una ripercussione positiva sul miglioramento dell’efficienza energetica e sulla conseguente riduzione di emissioni nel nostro sistema industriale”.  L’argomento in questione è la certificazione ambientale ed il numero di certificati emessi in Italia. Per certificazione ambientale, il post intende l’Emas, la ISO 14001 e l’Ecolabel che sono certificazioni emesse da enti terzi sulle attività produttive, di servizi o altro nelle loro sedi operative (Emas e ISO 14001) o addirittura nei singoli prodotti (Ecolabel) che certificano l’impatto anbientale delle stesse, la politica ambientale di chi viene certificato e come tale impatto diventi, nel tempo, sempre più sostenibile con alcune politiche, azioni e procedure operative. I numeri sono di buon auspicio, ovviamente, ma cosa si dimostra con essi? secondo me niente e spiego i motivi.  In Italia  da alemno dieci anni tutte le leggi di finanza agevolata alle aziende (di servizi e manifatturiere)  hanno preso la forma di una gara. Il progetto di investimento presentato dall’azienda per accedere alle agevolazioni,  viene  giudicato sulla base di alcuni indicatori e valutato con un punteggio finale che fa nascere, la somma dei singoli punteggi, la classifica e di conseguenza il finanziamento in relazione alla stessa. Tutte queste leggi hanno previsto tra gli indicatori, negli ultimi dieci anni, un punteggio particolare per chi indicava di fare, o aveva già fatto,  certificare la propria attività dal punto di vista ambientale. Personalmente conosco attività commerciali di bomboniere e liste nozze certificate ISO 14001, oppure diversi studi di consulenza e di progettazione anch’essi certificati ISO  14001. Questi dati indicati su Ecoblog, quindi per me sono molto dopati da queste dinamiche dei flussi finanaziari pubblici che condizionano fortemente la nascita, crescita e sviluppo delle aziende. Questo è il nostro sistema industriale?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...