Le aziende e le persone

Ho sempre pensato che le aziende hanno il cuore e la mente delle persone che vivono e lavorano per loro. La aziende non sono astrazioni, sono fatte dalla dirigenza (quando c’è) dall’Ufficio Tecnico, da quello Amministrativo, dal Magazziniere, ovvero da mastro Agostino queando lui è tutto questo messo insieme. E’ sempre stata una convizione confermata dalla pratica, però, adesso “ciò le prove”direbbe qualcuno. Da la mia carriera.it leggo di un libro “Abbracciare l’Orso. Storie e riflessioni sul lavoro e sentimenti” e di una di queste storie che dice: “Sono andato a visitare il nostro call center. Il direttore aveva fatto sistemare in un angolo un gigantesco orso di peluche. Quando le persone non ce la fanno più, possono andare ad abbracciare l’orso, mi ha detto.  Ero allibito, ma effettivamente ogni tanto qualcuno si alzava e andava.” Le emozioni pervadono ogni angolo dell’azienda, uffici, magazzini, ascensori e sala pausa caffè. Perché quando si parla di emozioni in azienda vengono in mente rabbia e stress, di oggi la notizia che il termine inglese più usato dai giapponesi è proprio stress, e non di emozioni positive. Posso portare esempi di come con piccoli accorgimenti, la motivazione di ogni persona cambi nell’ambiente di lavoro. Sto effettuando proprio una azione del genere, in una azienda che seguo da poco, e le “persone” hanno già modificato alcune opinioni errate (alcune anche su di me considerato prima come un controllore al servizio della proprietà) ed iniziano ad avviare riunioni e verifiche interne di loro spontanea volonta. Proporrò di mettere un Orso.

2 risposte a “Le aziende e le persone

  1. Ciao Pino,

    io quel libro l’ho letto un po’ di tempo fa su consiglio di un’amico e devo dire che l’ho trovato molto bello. Ci sono molti racconti e riflessioni che mi hanno spiazzato… nel senso che alle volte, finchè non ci sbatti il muso perchè ti viene raccontato, non ti rendi conto di quanto i sentimenti siano soffocati anche nei più piccoli gesti quotidiani…

    Mi piace

  2. Quello che dici è verissimo. Una “risorsa umana” di un’azienda che segui da tre anni, in alcuni momenti di crisi “gridava”: io sono una persona e se stanotte ho dormito male posso anche non accettare il fatto che mi stai dicendo che sono arrivata con 20 minuti di ritardo.
    La relatà lavorativa è fatta spesso di queste esperienze.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...